PROGRAMMA 2017

Come arrivare: CLICCA QUI         |         Download Flyer: FronteRetro     

 

 

Salone Comunale di Forlì – 31 Maggio – H 20.30
TANTO FUMO NIENTE ARRESTO
“Quali politiche e quale ruolo per la politica”
Relatori:
  • GIUDITTA PINI (DEPUTATA PD)
  • FRANCO CORLEONE (GARANTE DETENUTI REGIONE TOSCANA)
  • CLAUDIO CIPPITELLI (SOCIOLOGO COOPERATIVA PARSEC DI ROMA)
  • SILVIA MINOZZI (SERVIZIO SANITARIO REGIONE LAZIO)
  • PIPPO CIVATI (MOVIMENTO POSSIBILE)
Moderatore: Edoardo Polidori (direttore Ser.T. Forlì)

 

 

2 Giugno

All

Lezione di yoga all’aperto a cura dell’Associazione culturale “La Materia dei Sogni”

Mòdna House Crew

(From Modena)

house, acid house, deep house, techno, garage house, disco, funk, balearic beat, cosmic, downtempo, hip hop, soul, jazz, blues and all the black grooves
-Collettivo Modenese nato sul mare Adriatico in una sera di un freddo inverno. Uniti dal Nerdismo più totale per il vinile con una continua ricerca del Lato B che faccia al caso nostro –
Staff: Un gruppo di Dj’s che ci ha colpiti molto: oltre alla gigantesca passione che lasciano trasparire quando mixano e alla loro bravura noterete il repertorio ricercato che dimostra una profonda conoscenza musicale. Aprite le orecchie e seguite il flusso.

FACEBOOK

h 15 >Monolith<

La band nasce a Settembre 2013 da un’ idea di Andrea Marzoli e Massimiliano Codeluppi, rispettiavmente voce e chitarra e chitarra solista.
La line up e’ composta infine da Riccardo Cocetti alla batteria e Enrico Busi basso elettrico. A Marzo 2014 esce il loro primo EP di tre tracce “Louder”.
In estate vincono il Premio Augusto Daolio 2014. Il 4 Aprile 2015 esce il primo full lenght ufficiale, presentato al Mattatoio Culture Club di Carpi.
Prodotto da Hazy Music di Davide Ravera. Attulmente al lavoro sul loro secondo disco.

h 15.35  >Mobius<

“Mobius” è una band composta da Sara Ghtami (voce), Ermal Paloka (chitarra elettrica), Manuel Giovannetti (batteria) e Nicola Pazzi (basso). Il gruppo nasce nell’estate del 2013 quando Sara contatta Nicola e Manuel (già Farafina Gou Nou) e il chitarrista Ermal; il gruppo si esibisce con un repertorio di brani inediti di vario genere che però mantengono sempre un’energica impronta Funk e da una vasta gamma di cover che vanno dalla storia del Rock e del Pop, a una raffinata selezione di repertorio acustico, fino a brani moderni, il tutto sempre riarrangiato dai quattro.
La band non è nuova a sperimentazioni di carattere etnico, che conferiscono una particolare originalità al sound del gruppo.
Tra le ultime esperienze si possono citare: la vittoria ai contest “Pavone inediti 2014” a Faenza, “Classe Music Fest” a Classe, la terza edizione del “Music Party” e “Oltremodo Sound Festival” a Forlì, e il fatto di essere stata la prima band a suonare live al parco divertimenti di Mirabilandia, sia come accompagnamento alle tre serate di Halloween che durante lo spettacolo “Scuola di Polizia”.
Dal 3 Gennaio 2016 è online il primo videoclip dell’inedito “What Mama Said”.

h 16.05 >Smoking Tomatoes<

Smoking Tomatoes… Quattro tizi. Anni di cover arrabbiate, abbaiate, abbagliate. Partoriscono sperimentazioni in campi concettuali di un certo spessore ritmico sincopato ed evolutivo ad antani… Hard Rock/Funk Metal EAT TOMATOES!

Instagram: https://www.instagram.com/smoking.tomatoes/ Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCkRquC6oC2vXTSHxzde8vBg Soundcloud: https://soundcloud.com/smoking-tomatoes Twitter: https://twitter.com/SmokingTomatoes

h 16.40 >Hide The False<

Gli Hide The False sono una band forlivese Alternative/Metal che si è formata nel maggio del 2011 per mezzo del cantante chitarrista Antonio Cirincione e del chitarrista Michele Di Pirro che conoscono il batterista Andrea Piccinini in occasione di un concorso musicale e subito decidono di suonare insieme per divertirsi. In un primo tempo la formazione era composta da due chitarre un cantante e un batterista, ma successivamente ebbero bisogno di un bassista essendo fondamentale nel loro sound. Fu subito pronto a suonare Elia Leoni ( Bassista ) che. contento di suonare con il gruppo, li aiuta a comporre anche canzoni loro e la band diventa maggiormente più affiatata. Nelle ultime settimane di Dicembre, dopo tanta fatica e tanti live, hanno registrato la loro prima demo di 4 brani inediti dal titolo “Ecstatic” presso Stereosonika Custom Recording Studio di Forlì. Il 24 Marzo 2012, gli Hide The False si sono aggiudicati il primo premio alla IX° Edizione del LugaLive a Cesena. Inoltre partecipano a serate in locali come l’Abbey (in occasione dei mercoledì nel cuore), Pride, Bar President, Oltremodo, Xray, Vecchia Stazione e in tante altre situazioni nella provincia di Forlì-Cesena. Nel settembre del 2012 gli HTF partecipano su richiesta al Ronta Rock Festival a Cesena e vincono gran parte dei premi, fra cui un riconoscimento particolare da parte della Tam Tam Studios: Premio ” Band da Disco “. Negli ultimi mesi del 2012 gli HTF continuano ad esibirsi in vari locali e partecipano ad alcuni contest fino ad arrivare a dicembre dove si esibiscono in un palco più importante quale il Vidia Club di Cesena (dove poi ritorneranno 2 mesi dopo). Finalmente il 30 Marzo 2013 escono contemporaneamente il loro primo EP (registrato e masterizzato presso il Mondorotondo studio di Cesena) e il loro primo videoclip, diretto e montato da Leo Canali! Si susseguono due mesi intensi di live e contest, quando viene proposto al gruppo di fare da band di supporto a Lehmann nel suo tour promozionale in Europa! La band è subito entusiasta, decide di parteciparvi e il 19 settembre 2013 parte per la Slovacchia! In contemporanea esce il loro secondo EP dal titolo “Four” registrato e mixato presso il “Lehmann Studio”. Il 29 Novembre 2013 si son aggiudicati, per la categoria Under, il primo premio del Forlì Music First, concorso musicale organizzato dall’Unità Politiche Giovanili di Forlì che coinvolge band locali e dei dintorni. Il 10 aprile aprono il concerto, al Vidia Club, ad una delle migliri band metal italiane: i Destrage. Il 5 Maggio 2014 suonano in Polonia a Płock come ospiti italiani per la 5° Edizione della Rock Tower! Dopo una lunga estate di concerti, si prendono una pausa invernale dove si dedicano alla registrazione e composizione di nuovi brani e all’autoproduzione del videoclip di “How To Save a Life ” che uscirà il 1° Maggio 2015.

h 17.15 >Imuri<

Il progetto musicale IMURI nasce da una idea di Lorenzo Castagna all’inizio del 2014. Successivamente con l’incontro di Valerio Pompei,il progetto inizia a prendere forma. Il duo, dopo mesi di lavoro nella “casa in campagna” (sala prove/studio di registrazione/vita) lancia a maggio 2015 il primo disco auto-prodotto “Traffico Mentale”, proponendo un sound contaminato da venature noise rock e sonorità più classiche, talvolta psichedeliche, con ritmiche trascinati, e testi in italiano.Il disco esce sulla scena musicale con il lancio del primo singolo “Confessa” e poi con il secondo singolo “Ne basta poca”. Il loro primo lavoro riscuote da subito interesse e li porta a condividere il palco con nomi importanti del panorama musicale e non, come: Il Pan del Diavolo, EXC.S.I., Piotta, Meganoidi, Kutso,Od Fulmine, Sick Tamburo,Ratti della Sabina,Marta sui tubi,The Giornalisti,Di Martino, Lorenzo Kruger (Nobraino). Recente la collaborazione con i management del dolore post-operatorio con cui hanno realizzato il nuovo disco e con i quali partiranno in tour da marzo 2017. A termine di ciò IMURI torneranno sulla scena con il loro nuovo lavoro. IMURI sono una band abruzzese ora composta da tre elementi: Lorenzo Castagna (guitar-vox-synth) Valerio Pompei (drums-vox-electronics),Antonio Atella (bass-vox).

– Spotify: http://spoti.fi/1bJBblo

– Deezer: http://bit.ly/1AQQ8ce

– Amazon: http://amzn.to/1bJBflp

> SERENA PICCOLI <

Biografia

Nata a Padova il 22 maggio 1974.

Libri pubblicati:
“Nata farfalla”, Ed. WLM, 2013 (poesia).
“La rocca del tempo fermo”, Ed. Lettere Animate, 2015 (romanzo).
“Or-dite! Trame d’arte contro la violenza sulle donne” a cura di Serena Piccoli, AA.VV, Exosphere PoesiArtEventi, 2015

Finalista del premio nazionale di poesia “Il giardino di Babuk-Proust en Italie” edizione 2016 della rivista letteraria La Recherche. Posizione raggiunta: 23 su 489 partecipanti.

Festival e rassegne, tra cui: Bologna In Lettere (2016), Artistincasa, Montegiardino, RSM (2015); Pronto Intervento Poetico (Padova 2015), vari festival di teatro.

Primo premio Scart Drama 2013 per la drammaturgia con il testo inedito: ‘La rocca di Peschiera del Garda’, commedia storica sulle vicende degli scaligeri.

20 testi teatrali depositati alla SIAE (commedie storiche, pièce su temi attuali, corti teatrali).

Tra cui la commedia storica ‘La fune dell’amore’, omaggio alla Commedia dell’Arte e a Isabella Andreini, scritta per le celebrazioni dei 450 anni della creazione di Terra Del Sole (FC), spettacolo-evento delle manifestazioni nei giorni 7 e 8 dicembre, messo in scena con la regia di Sabina Spazzoli e le compagnie teatrali Malocchi e Profumi e La Betonica presso il Palazzo Pretorio di Terra Del Sole ottenendo il tutto esaurito in entrambe le serate. La commedia continua a girare in varie città con successo di pubblico e critica. Due volte è stata rappresentata alla Loggia Cornaro a Padova (luglio 2015 e agosto 2016).

Il corto teatrale ‘La lezione’ è stato il terzo più votato dal pubblico nella rassegna nazionale ‘Teatro in Provincia-II Edizione’, rappresentato in quasi tutte le regioni. ‘Identità dondolante’ è stato il terzo più votato in Italia in ‘Teatro in Provincia III’.

Il monologo: ‘Non ne usciamo vive ‘ è stato selezionato tramite bando e recitato alla mostra ‘Io sono il mio grido’ tenutasi a Palermo nel marzo 2014, oltre che in varie città d’Italia e nel settembre 2014 presso la Pinacoteca Albertina di Torino nell’ambito di ‘Sulla mia pelle’.

Mie poesie appaiono in vari libri, tra cui: ‘La luna storta’ a cura di Ivan Lasorsa (WLM edizioni), ‘Voci dell’aria’ Antologia di Poesia Femminile (Exosphere PoesiArtEventi) e ‘La pace è in fiamme’ sempre per Exosphere, ‘Quaderno numero 12’ (Cleup editrice) e ‘Quaderno numero 14’ dello storico gruppo letterario Formica Nera, ‘Inverso’ e ‘La Recherche’ riviste letterarie.

Alcuni versi di una mia poesia scritta in inglese (Ode to a Spring Rose) sono stati scelti per il progetto letterario-fotografico Quoting Love di Robert Roach in mostra nel giugno 2015 al The Old Truman Brewery Art Space a Londra.

Ho collaborato alla stesura del radio dramma ‘Estman radio’ sulla vita degli ex-operai di Marghera, opera presentata da Marinella Senatore alla Biennale Arte 2011 di Venezia e trasmessa da Rai Radio 2.

Coautrice dell’opera ‘After Romeo after Juliet’ andato in scena nel novembre 2012 presso il Teatro Due di Parma con la regia di Massimiliano Farau.

Tengo laboratori di teatro per disabili che sfociano in uno spettacolo finale, laboratori di drammaturgia e scrittura creativa contro la violenza sulle donne. Vengo invitata a convegni sull’educazione di genere dove porto la mia esperienza in ambito teatrale.

Sono anche invitata a tenere conferenze divulgative sulla vita di Matilde di Canossa.

  • Pending

  • Giorgia Brunelli (racconta la sua esperienza nelle coltivazioni U.S.A. di cannabis terapeutica)

  • Dott. Marco Ternelli (farmacista appassionato di Galenica, Legislazione Farmaceutica e Farmacia al banco)

———————————————————————————————————————

Moderatore: Pending

Lezione di yoga all’aperto a cura dell’Associazione culturale “La Materia dei Sogni”

Il Management Del Dolore Post-Operatorio, guidato dal duo abruzzese Romagnoli/Di Nardo, esordisce ufficialmente nel 2012 con l’album “Auff!!” (per Martelabel), la cui produzione artistica è affidata alle mani di Max ‘Stirner’ Fusaroli. Senza prendere fiato calcano centinaia di palchi in Italia e oltre frontiera, comparendo come guest al Popkomm di Berlino e lo Sziget Festival di Budapest, fino ad arrivare al Concertone del Primo Maggio di Roma nel 2013, dove vengono censurati e denunciati per la loro esibizione. Nel 2014 esce “McMao” (per Martelabel/ColorSound Indie – Alternative Produzioni/Universal). Anche questo disco si avvale della produzione artistica di Manuele Fusaroli, nonché dell’opera omonima di Giuseppe Veneziano per la copertina. Per il tour 2013 e il secondo album ufficiale del 2014 ricevono dal M.E.I. rispettivamente il premio come ‘Miglior Band Live’ e ‘Miglior Indie Band Italiana’. Dal 2015 il gruppo è entrato ne La Tempesta Dischi e con la produzione artistica di Giulio ‘Ragno’ Favero (Teatro degli Orrori) realizza l’album “I Love You”.

MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO:

*LUCA ROMAGNOLI (voce/autore) *MARCO Diniz DI NARDO (chitarra/compositore)

DISCOGRAFIA UFFICIALE: – 2012 “Auff !!” (Martelabel) – 2014 “McMAO”(ColorSound/Martelabel) – 2015 “I Love You” (La Tempesta Dischi) – 2017 “UN INCUBO STUPENDO” (La Tempesta Dischi)

GENERE: Hard Pop

“Era un sabato sera di primavera ed eravamo ubriachi. La strada era dritta, tutta dritta. Improvvisamente BOOM! Ci ritroviamo su un albero con la macchina distrutta. Due femori un ginocchio e un braccio frantumati, una milza asportata. Ma le ossa col tempo si rimettono a posto e la milza lo sanno tutti che non serve a un cazzo. Da quel giorno cominciamo a girovagare per narrare la storia delle nostre gambe rotte e delle nostre vite storte. La storia di ragazzi che hanno poche semplici cose da dire racchiuse tutte in un’unica parola: GODERE. Ce l’abbiamo sempre a morte con qualcuno, e questo odio andiamo cantando col sorriso. Benvenuti nel MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO, l’unico posto che cura tutto curandosi di niente.

LINK UTILI:

AUFF!

NAUFRAGANDO

REQUIEM PER UNA MADRE

NOBRAINO

Conosciuti per i live adrenalinici e fuori dagli schemi, i Nobraino sommano a una sana dose di fisicità che il palcoscenico fa fatica a contenere, un’uguale quantità di cinico rock d’autore. Deformazioni sarcastiche inscatolate in una sghemba lirica contemporanea sono il loro marchio di fabbrica. Con l’uscita di “No Usa! No UK!” nell’aprile del 2010, grazie anche a un fitto passaparola e ai tanti concerti, i quattro si sono guadagnati il titolo di band rivelazione del panorama indipendente italiano.

 

La storia discografica dei Nobraino conta tre dischi. Il 2006 è l’anno del primo album ufficiale “The best of Nobraino”, nel 2007 un live di pezzi inediti “Live al Vidia Club”, nel 2008 l’incontro con MArteLive che li porterà a firmare, nello stesso anno, un contratto di management e produzione discografica con l’allora neonata etichetta MArteLabel. Da qui nel 2010 l’uscita dell’album “No USA! No UK! Nobraino”, con la direzione artistica di Giorgio Canali. Arrivano anche altri premi importanti come il DemoRai, il Sele D’oro, e ancora tanti successi culminati con le apparizioni televisive nel salotto televisivo di Serena Dandini Parla con me su Rai Tre. Sempre nel 2010 il brano L’onesta monarchia di Luigi Filippo viene incluso nella compilation della “Leva cantautorale degli anni Zero”. Nel settembre 2011 si sono aggiudicati al Supersound di Faenza il premio speciale MEI “Miglior Tour dell’anno”, insieme al Premio XL La Repubblica “Nuova Musica Italiana”.

Nel novembre 2011 i Nobraino si sono esibiti al Teatro Ariston di Sanremo ospiti del Premio Tenco 2011.

 

 

3 Giugno

All

In arrivo…

  • Alessandro Mondello (agronomo associato a Romagna Canapa)

  • Elena Babini (docente presso Tecnologie Alimentari – Università di Bologna)

  • Chef Giorgio Trovato 

Lezione di yoga all’aperto a cura dell’Associazione culturale “La Materia dei Sogni”

Mòdna House Crew

(From Modena)

house, acid house, deep house, techno, garage house, disco, funk, balearic beat, cosmic, downtempo, hip hop, soul, jazz, blues and all the black grooves
-Collettivo Modenese nato sul mare Adriatico in una sera di un freddo inverno. Uniti dal Nerdismo più totale per il vinile con una continua ricerca del Lato B che faccia al caso nostro –
Staff: Un gruppo di Dj’s che ci ha colpiti molto: oltre alla gigantesca passione che lasciano trasparire quando mixano e alla loro bravura noterete il repertorio ricercato che dimostra una profonda conoscenza musicale. Aprite le orecchie e seguite il flusso.

FACEBOOK

h 15 >Ch’aska Ayni<

Il bocciolo di idea dei Ch’aska Ayni si palesa al cosmo nell’estate 2013 quando i fratelli Fogli si ritirano in vacanza in terra di Trinacria e scrivono i primi pezzi in notturna con ukulele, taccuino, luna piena e mare calmo sul traghetto Napoli-Palermo, poi per le strade polverose in direzione San Vito lo Capo e infine nel porticciolo della casa di villeggiatura a Petrosino. Ma Alberto vive a Verona, ha già un suo progetto con i Semi-acustici (anch’esso immerso nella poesia) e lascia la cura del materiale a Daniela, che per la maggior parte dei pezzi aveva trovato gli accordi tramite la consultazione dei tarocchi. Quella stessa estate l’incontro di Daniela con il cugino genovese Aldo – chitarrista di grande talento – porta all’inizio di una collaborazione parallela, ma sempre con la stessa matrice onirico lunare. Da quel momento Daniela inizia una ricerca molto più approfondita su testi e suoni riprendendo in mano la chitarra, dedicandosi allo studio da autodidatta dell’ukulele e continuando con la sua dedizione alla poesia tramite la partecipazione al collettivo di scrittura di Forlì Colare Parole. Dall’estate del 2015 nasce la formazione attuale dei Ch’aska Ayni: per ora sanno solo che sono nati immersi nella poesia e che non ne riescono più a fare a meno, per il futuro hanno molte idee, per il passato – beh – è servito.

h 15.35  >Armonight<

Armonight’s music is something soon appreciable by everyone. Let yourself be surprised by this Rock! First album, “Suffering and Passion” Second album, “Tales from the heart” Third album “Recover” Fourth album “Who we really are” are available online and on our webstore: www.armonight.bigcartel.com Stay Tuned! Stay Armonight!

h 16.05 >Azimut<

Il gruppo nasce nell’inverno del 2010 dall’idea di alcuni amici e dalla voglia di mettere la loro allegria e i loro pensieri in musica.
Si presentano con una formazione a sei strumenti dalle sonorità variegate che, principalmente basano le loro particolarità sulla metrica! Un genere quindi tutto da scoprire, connubio fra Ska Reggae Funk & Swing.
L’energia e l’originalità dei suoni vengono inoltre accompagnate da un pizzico di follia…musa ispiratrice e ingrediente cardine per le nostre “ricette”.

h 16.40 >Anonima Straccioni<

Anonima Straccioni è il primo progetto europeo che fonde teatro, poesia, hip-hop e ragga con beatboxers, musicisti, deejays e testi cantati in modo velocissimo, o in gergo tecnico, in extrabeat.

Il nome ‘Anonima Straccioni’ deriva dal titolo di una serie di scatti fotografici del fondatore e paroliere del gruppo, Stefano ‘Cùna Fostèna’ Canu, in cui l’idea portante è quella di utilizzare lo sguardo come fonte di riciclo, soffermandosi su particolari che solitamente sarebbero destinati al dimenticatoio e quindi cestinati.

Le immagini strappate di volti rigorosamente ‘anonimi’ hanno dato l’input per far sì che al di là della memoria fotografica questo intento venga riversato musicalmente nelle note che accompagnano la struttura dei testi e delle composizioni, con la speranza che nonostante i comuni canoni di energia rinnovabile possa essere concepito come tale anche il nostro sguardo.

h 17.15 >Mangroovia Quartet<

      Mangroovia Quartet è un progetto nato con l’ intenzione di creare degli arrangiamenti e brani inediti unendo la tradizione jazzistica a quella R&B.

Lezione di yoga all’aperto a cura dell’Associazione culturale “La Materia dei Sogni”

In questa conferenza si parlerà di criminalità organizzata (passata e presente), di traffico di sostanze stupefacenti ma soprattutto quali sono le Leggi odierne riguardanti la Cannabis e cosa ci si può aspettare in futuro. A dibattere e rispondere alle vostre domande ci saranno:

  • Carlo Alberto Zaina (avvocato e patrocinante in Cassazione)

  • Enza Leggeri (attivista di Libera e fondatrice del progetto “Mafie sotto casa”)

  • Giuseppe (Pippo) Giordano (Ex ispettore della DIA – Direzione Investigativa Antimafia)

Roberto Mercadini è nato a Cesena nel 1978.

Con oltre 150 date all’anno, porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi spettacoli di narrazione e i suoi monologhi poetici. Su temi che spaziano dalla Bibbia ebraica all’origine della filosofia, dall’evoluzionismo alla felicità.

Suoi monologhi di narrazione sono:

Fuoco nero su fuoco bianco – un viaggio nella Bibbia Ebraica

Con traduzione dall’ebraico antico dell’autore. 

Dobbiamo un gallo ad Asclepio – monologo sull’origine della filosofia

Da un amichevole suggerimento di Rocco Ronchi.

Noi siamo il suolo, noi siamo la terra – monologo per una cittadinanza planetaria

Una produzione di Banca Popolare Etica.

Come educare alla tempesta – vita e mente di Giuseppe Mazzini

Commissionato dall’Associazione Mazziniana Italiana, Sezione di Cesena. Rappresentato anche all’Assemblea Nazionale dei Mazziniani Italiani a Torino nel 2011.

L – ovvero il caotico viaggio di Leonardo da Vinci in Romagna

Commissionato dall’Associazione Culturale ViaTerrea. Consulenza scientifica di Pino Montalti. Rappresentato al Festival del Mondo Antico di Rimini del 2013 con la partecipazione straordinaria della Banda Osiris.

* * *

È autore e interprete di spettacoli che alternano poesie e  monologhi, fra cui:

Spettacolo di Gioia e di Irrequietezza – liriche, satire, affabulazioni.

Mettere a fuoco la pioggia – Monologo poetico ad occhi aperti

* * *

Ha pubblicato:

Io non scrivo mai niente (Sagoma, 2016)

Sull’origine della luce è buio pesto (Miraggi, 2016)

I misteri di Cesena (Ponte Vecchio, 2016)

Rapsodie romagnole (Ponte Vecchio, 2014)

Madrigali per surfisti estatici (Ponte Vecchio, 2011).

* * *

Oltre a ciò:

Ha un canale YouTube in cui cura un Vlog intitolato Poeta Parlante.

ITAKAM

Nicolò Gallinucci, in arte “Itak”, è nato il 27 aprile 1988 a Cesena. La sua passione per la musica nasce già da bambino quando iniziò a strimpellare la sua prima chitarra classica. Nel 2002 incominciò a suonare insieme ad alcuni amici del suo paese sperimentando la musica “punk” grazie all’acquisto della sua prima chitarra elettrica e alle preferenze di artisti musicali come “Rancid”, “Offspring”, “Nofx”, “Nirvana”, ecc. Dopo svariate esibizioni, Itak lascia il gruppo punk e incomincia a suonare insieme ad altri ragazzi dove intraprende il genere “blues”. Nel 2004, influenzato da amicizie, Itak si comprò la sua prima console e suonando in piccoli locali si appassionò alla musica “progressive”. Un’anno dopo, grazie all’ascolto di artisti come “Neelix”, “Day Din”, “Symphonix”, ecc., compose le sue prime tracce progressive utilizzando il programma Fruity Loops Studio. La continua produzione musicale lo portarono a sperimentare un nuovo genere, la “psytrance/full-on”. Prendendo ispirazione da artisti come “Black and White”, “Vibe Tribe”, “Dna”, “Phanatic”, ecc.,compose diverse tracce psytrance/full-on utilizzando il programma Cubase sx. Itak rafforzò il legame con l’amico Allessandro Caminati (Kam) grazie alla passione condivisa della musica e insieme daranno il via ad un nuovo progetto.

AFFORDANCE

Gli Affordance nascono nel 2017 come nuova proposta pop italiana. Hanno all’attivo un album, che uscirà nella primavera 2017. C’è una casa in mezzo ad un campo. C’è una stufa sempre accesa. La musica non è una cosa seria. La musica è una cosa seria. Qui si crea, qui si distrugge, qui si ricompone, qui si suona seduti su una sedia. Da quelle stanze ai loro strumenti, dai loro strumenti a chi vuole ascoltarli. Questi sono gli Affordance.

TANGERINE STONED

I Tangerine Stoned nascono nel ’12 nella bassa Romagna con l’intento di ricreare atmosfere psichedeliche e acide.
Nel ’13 pubblicano il primo EP omonimo per Moonlight Records (Parma) fortificando così l’attività live.
Nel Febbraio del ’16 pubblicano l’album “Delitti Scoperti”(completamente auto prodotto) sperimentando la lingua madre e nuove sonorità. Nell’estate del ’16 pubblicano “Hyacinth House”, nuovo singolo che abbraccia fortemente il movimento Beach Goth californiano.

ESPANA CIRCO ESTE

Con questo teaser https://youtu.be/XBmJ_XWuLpY gli Espana Circo Este annunciano
ufficialmente il loro ritorno con un nuovo entusiasmante album, “Scienze della
Maleducazione”, che sarà pubblicato il 20 gennaio da GARRINCHA DISCHI. Il tour partirà il
giorno stesso dal VIDIA CLUB di Cesena. Tutte le assenze dovranno essere giustificate!
Nel loro secondo disco gli ECE si sono chiesti come destabilizzare una società sempre
più anemica, apatica, che cerca di coprire le naturali sfumature di ognuno di noi con medicinali
e metodi artificiali e la risposta in fondo è parsa molto semplice: imparando ed insegnando
maleducazione. Essere imperfetti per ambire alla pura bellezza. Un piccolo promemoria per
non perdersi e per non perdere, un nuovo manuale che va sotto il nome di “Scienze della
Maleducazione”.
Gli Espana Circo Este hanno girato l’Italia prima e l’Europa poi, oltre 200 date in un anno tra
cui la presenza al Lowlands Festival e live affianco a nomi come Gogol Bordello o Manu
Chao, grazie a “La revolucion dell’amor” il loro album d’esordio, forti di quell’amore e della
rivoluzione che questo sentimento porta con sè e che scaturiva dai loro animi come dai loro
amplificatori.
Ma un cambiamento tra i chilometri e le tante distanze percorse si è messo in atto tra gli ECE,
mutando la prospettiva della band italo-argentina e trasformando la forza dell’amore in una
potente forma di rivalsa della bellezza; una lotta ed una guida che ha la presunzione di
riattribuire il significato di bellezza a tutto ciò che oggi si dipinge come poco convenzionale,
strano o maleducato.

Attività consigliate

Consigliamo vivamente di partecipare a tutte le conferenze che si svolgeranno al Festival della Canapa. Discutere sulla canapa vuol dire contribuire a liberarla dai pregiudizi.

La prima si terrà alle ore 20.30 del 31 Maggio nel Salone Comunale di Forlì come evento di presentazione del Festival e si intitola “Tanto fumo, niente arresto”, creata in collaborazione con il Comune di Forlì e l’Unità di Strada di Forlì.

La seconda, alle ore 11.00 del 2 Giugno, si terrà nel gazebo conferenze all’interno del Festival e si chiamerà “Dai canaponi delle nostre nonne alle case dei nostri figli”.

La conferenza più rilevante del 2 Giugno sarà alle 18.30: “Cannabis terapeutica, sviluppo  e ricerca” e ospiterà relatori esperti e competenti.

Il 3 Giugno si svolgeranno: alle 11.00 “Canapa in tavola” (conferenza sull’utilizzo alimentare della Canapa) e alle 18.30 “Il gusto proibito della canapa: legislazione oggi e prospettive future”.

Questo spettacolo non potete perderlo: Serena Piccoli autrice, poetessa e attrice vi delizierà con un racconto/spettacolo che parla del lavoro… e della sua mancanza in Italia. Lo spettacolo si terrà nell’area Chillout alle ore 17.00 del 2 Giugno.

Roberto Mercadini è un programmatore di software. O meglio lo ERA. Adesso è un attore, monologhista e poeta. Come sidescrive lui:

“Sono un poeta, un monologhista, un narratore.
Io recito poesie.
Ma prima recito monologhi sulle poesie che recito.
Io racconto storie.
Ma dopo racconto storie sulle storie che racconto.
E sembro tutto tranne un poeta. Dicono.
Io, dicono, sono molte cose diverse tutte assieme”. 

Non perdetevi la sua presentazione. ORE 19.00 del 3 GIUGNO sul MAIN STAGE

Fai una donazione per sostenere il Festival della Canapa 2017!